Rassegna stampa - Trofeo Mariele Ventre

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rassegna stampa

Dal sito "Goldenpen" (http://www.goldenpen.it/site/modules/wfsection/article.php?articleid=656gOLDENPOEN)

15ma edizione del Trofeo Mariele Ventre per ricordarla con le canzoni dello Zecchino, a 15 anni dalla sua scomparsa.

Sabato 15 gennaio alle ore 15.00 al Paladozza di Piazza Azzarita, torna l'appuntamento annuale con il Trofeo di pattinaggio artistico under 14 dedicato alla memoria della storica fondatrice del Piccolo Coro dell'Antoniano Maria Rachele Ventre, conosciuta come Mariele. Il trofeo è nato 15 anni fa per volontà di Lidia Basso De Biase e Raffaele Nacarlo - oggi presidente Nazionale Lega Pattinaggio UISP - due genitori del mondo del pattinaggio a rotelle che hanno voluto avvolgere lo sport preferito dai loro figli con un manto chiamato solidarietà. Questa manifestazione conserva ancora oggi tutto il suo fascino di iniziativa fatta per e dai bambini, sempre dai bambini giudicata e finalizzata ai piccoli bisognosi del mondo. Più di 10.000 i pattinatori che si sono esibiti in questi anni davanti a circa 60.000 spettatori. Cifre che fanno capire come questo tipo di iniziativa si distacchi da altri eventi dello stesso genere. Le società partecipanti saranno una ventina provenienti da tutta Italia con circa 900 partecipanti. Il Paladozza, come sempre, si trasformerà in PalaZecchino proponendo una festa presentata da Guido Mandreoli (ex campione di pattinaggio) e Walter Brugiolo ( il mitico Popoff ) e resa spettacolare dalle coreografie eseguite dai piccolissimi pattinatori sulle musiche delle più belle canzoni dello Zecchino d’Oro da Lettera a Pinocchio a Il sole che verrà. L'ideazione del trofeo, una bellissima scultura che verrà consegnata ai vincitori, è dell'artista Antonio Giacometti : “La chiave di violino rappresenta la figura di Mariele... il pentagramma funge da trait-d'union tra la musica ed il pattinatore che traina i cinque fili argentati. La composizione circolare di tutta l'opera ricorda le scenografie di teatri o di studi televisivi, ma vuole significare un enorme abbraccio a Mariele e a tutto ciò che lei ha rappresentato e - continua - … l'argento fa scintillare la luce, mentre i 15 piccoli muri di cristallo che rappresentano i 15 anni del trofeo, la scompongono creando un gioco di rifrazione e trasparenza, rendendo magico anche solo un esile raggio di luce”.
Da sempre organizzata dal Comitato Trofeo Mariele Ventre - costituito da UISP , Lega Pattinaggio a rotelle e Fondazione Mariele Ventre - la manifestazione è patrocinata da Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna, Coni Provinciale,ufficio Scolastico Provinciale di Bologna, Antoniano, Sede Regionale RAI per l'Emilia Romagna e Resto del Carlino.
Quest'anno l'impegno sarà quello di sostenere: “Il progetto Bolivia - operazione Mattone su mattone” per la realizzazione di case in mattone per i bambini del villaggio Hardeman in Bolivia, promosso dalla Fondazione Mariele Ventre; il progetto “Un sorriso per Haiti” promosso dall'Antoniano di Bologna e la “Campagna Siepelunga” promossa da AGEOP Ricerca per acquistare la Casa d'Accoglienza di Via Siepelunga. E' di quest'anno la nuova iniziativa “Premia la tua scuola”. Gli alunni che presenteranno all'ingresso del PalaZecchino la cartolina-invito (scaricabile sul sito www.trofeomarieleventre.org) compilata in ogni sua parte e riportante il timbro della propria scuola, potranno far vincere a quest'ultima premi di alta valenza didattica messi a disposizione da rinomate Case Editrici.
Biglietto d'ingresso per adulti 10 euro, i bimbi fino a 12 anni entreranno gratis.
Emanuela Merlo


SOLIDARIETA': BOLOGNA,800 PATTINATORI A XV TROFEO MARIELE VENTRE

(AGI) - Bologna, 15 gen. - Solidarieta' e spettacolo, musica e colori, ospiti d' eccezione, ma soprattutto tantissimi bambini per la XV edizione del Trofeo di pattinaggio artistico "Mariele Ventre", dedicato alla fondatrice del Piccolo Coro dell'Antoniano di Bologna a quindici anni dalla sua scomparsa. Un' edizione speciale che ha visto questo pomeriggio al palasport di Piazza Azzarita, a Bologna, 800 piccoli atleti provenienti da varie parti d'Italia interpetare sulle "otto ruote" le canzoni piu' famose dello Zecchino d'Oro, a partire dall'anno della sua fondazione - il 1959, con "Lettera a Pinocchio" - fino al 1995, anno in cui Mariele diresse il coro per l'ultima volta - ricordato con le canzoni "Il sole verra'" e "Samurai"- .Oltre tremila gli spettatori che hanno affollato il palazzetto, per applaudire le evoluzioni e le coregrafie che hanno caratterizzato i vari brani in programma. Uno spettacolo che ha ripercorso, con la musica e la solidarieta' (l'incasso della manifestazione sara' interamente devoluto al fiore della solidarieta' dell'Antoniano "Un sorriso per Haiti" al progetto "Mattone su mattone" in Bolivia promosso dalla Fondazione Mariele Ventre e ad Ageop ricerca di Bologna) le tappe di una lunghissima e fortunata carriera artistica. Dalle note di "44 gatti" - canzone che vinse lo Zecchino 1968, cantata in seguito anche da Luciano Pavarotti - al "Torero Camomillo", che si aggiudico' nello stesso anno il secondo posto, al celeberrimo "Il caffe' della Peppina", che si aggiudico' il primo posto nel 71 nella 13^ edizione del festival della canzone dei piu' piccini: tutti, con lo scorrere degli anni, hanno potuto ricordare Mariele e la loro canzoncina preferita.

Articolo di Annarita Incerti, giornalista AGI.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu